Nei Balcani per la pace

Nel 1994, a Kakanj, nel centro della Bosnia, il Cesvi inizia la propria attività di pacificazione facendosi carico dei problemi sanitari. Ancora oggi lavora nella città di Srebrenica per educare alla pace e alla convivenza le giovani generazioni. Nella Casa del Sorriso i bambini e i ragazzi musulmani, serbi e croati si conoscono, giocano, si istruiscono e imparano a vivere in armonia. Le immagini di questa foto-gallery sono di Livio Senigalliesi, fotografo milanese che ha seguito tutte la fasi del conflitto nell’ex-Jugoslavia collaborando spesso con il Cesvi.

Città del Vaticano, 6 Ottobre 1999. Maurizio Carrara regala al Pontefice un libro fotografico sull’impegno del Cesvi per assistere i profughi vittime delle guerre balcaniche.

Carrara-con-il-Papa

Il sostegno di Ezio Greggio alla campagna Cesvi a favore dei profughi kosovari.

Ezio-Greggio

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn