Alessio Boni: lo sguardo dell’altro

“Durante il mio viaggio con Cesvi in Zimbabwe, ho incontrato Farai, una nonna cieca che accudisce i due nipoti sieropositivi rimasti orfani. Il suo racconto mi ha lasciato senza parole”. Queste le parole di Alessio Boni nel descrivere il suo primo viaggio con Cesvi, nell’ottobre 2011, alla scoperta dei progetti di lotta all’Aids e della Casa del Sorriso in Zimbabwe. L’esperienza nel Paese africano segna l’inizio di un impegno concreto da parte dell’attore nei confronti del Cesvi, che si concretizza con altri viaggi in Myanmar e in Perù e con la partecipazione a spot e iniziative di sensibilizzazione e raccolta fondi promosse in Italia.

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn