Le nuove emergenze

Terremoto di Haiti, inondazioni in Pakistan, guerra in Libia, carestia in Corno d’Africa: in tutte le grandi emergenze, Cesvi porta la solidarietà dell’Italia e dell’Europa nei teatri più difficili, guadagnandosi la fiducia e la stima dei beneficiari e della comunità internazionale.
Anche nelle peggiori emergenze, riesce ad affiancare all’assistenza la capacità di costruire ripresa e sviluppo puntando sul protagonismo dei beneficiari. Dal 2011, l’organizzazione inizia a lavorare su tematiche di co-sviluppo con le comunità di migranti presenti in Italia. Nello stesso anno, vince per la seconda volta l’Oscar di Bilancio indetto dalla FERPI – Federazione Relazioni Pubbliche Italiana per la sua trasparenza.

Nel 2011, Cesvi si aggiudica per la seconda volta il prestigioso Oscar di Bilancio.

oscar-bilancio-1 oscar-bilancio-2

Dopo 24 anni di guerra civile, un milione e mezzo di somali sono ancora sfollati. Molti vivono in campi temporanei, senza acqua e cure mediche. Il video-documentario racconta la storia di Habiba, un’infermiera che lavora per Cesvi nella Regione di Mudug. Una storia personale, che è anche la storia di un intero popolo.

Nello spot “In Somalia Cesvi c’è”, Cristina Parodi – giornalista e testimonial del Cesvi – “dona” la sua voce per sostenere i progetti in Somalia. Il reportage di Luciano Scalettari da Mogadiscio apre una finestra su un Paese dimenticato, dove Cesvi ancora oggi lavora per il futuro dei bambini.

L’8 marzo 2015, Famiglia Cristiana racconta l’impegno del Cesvi in Somalia.

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn