La prima volta in Italia

Il 29 maggio 2012 un violento sisma colpisce l’Emilia.
20 le vittime, che vanno a sommarsi ai 7 morti del terremoto avvenuto nelle stesse zone il 20 maggio.
8.000 il numero complessivo di sfollati, oltre 6 miliardi di euro i danni all’economia e inestimabili le perdite in termini di patrimonio storico. Grazie al sostegno del Gruppo Ermenegildo Zegna, Cesvi interviene per la prima volta in Italia in aiuto ai terremotati della provincia di Modena. L’intervento sostiene tre aziende e tre cooperative sociali, con l’obiettivo di riavviare l’economia locale e di tutelare i soggetti vulnerabili, in particolare i bambini e i migranti (sportelli di consulenza psico-pedagogica, laboratori creativi e attività educative per superare il trauma, mediazione culturale e dei conflitti, corsi di italiano).

Nella foto-gallery di Giovanni Diffidenti, la distruzione nella provincia di Modena.

Interno-del-Comune-di-Concordia

11.-Giovanna-davanti-alla-cascina-distrutta

emilia

emilia-2

Centro-storico-di-Mirandola

Nel 2012 Cesvi rilancia la campagna di comunicazione legata al progetto “Fermiamo l’Aids sul nascere” con un nuovo spot che vede il coinvolgimento di cinque importanti testimonial: Claudio Bisio, Alessio Boni, Lella Costa, Cristina Parodi e il Trio Medusa.

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn