WPfA_O senza banda

Con Fondazione Umberto Veronesi per le donne africane

Il cancro al collo dell’utero è il terzo tumore più diffuso tra le donne di tutto il mondo ed è la causa principale di morte per cancro tra le donne africane. Diagnosticato in fase avanzata, questo tumore lascia poche speranze in Africa.

Il cancro al collo dell’utero è il terzo tumore più diffuso tra le donne di tutto il mondo ed è la causa principale di morte per cancro tra le donne africane. Diagnosticato in fase avanzata, questo tumore lascia poche speranze in Africa.

Nel 2014 Cesvi e la Fondazione Umberto Veronesi hanno deciso di affrontare insieme una grande sfida: ridurre la mortalità per cancro al collo dell’utero nella Repubblica Democratica del Congo. Le due fondazioni hanno lanciato a Kinshasa il progetto Women Profile for Africa, unendo la propria esperienza nel settore medico-scientifico e in quello della cooperazione internazionale a favore delle donne e del loro diritto alla salute.

Basta un test di screening, come un semplice pap-test, effettuato anche una sola volta nella vita, per prevenire il tumore e dimezzare la mortalità. Tutto questo, però, non avviene in molti Paesi africani, dove i programmi di screening di massa sono poco diffusi a causa di povertà e carenza di risorse umane ed economiche a disposizione dei sistemi sanitari.

Basandosi su uno studio scientifico e sull’analisi dei dati emersi da un’accurata fase di ricerca, il progetto Women Profile for Africa prevede la creazione di una strategia di prevenzione secondaria del tumore al collo dell’utero – in accordo con il Ministero della Salute congolese – e l’avvio progressivo di una campagna di screening su scala nazionale.

Per maggiori informazioni, visita il sito Women Profile for Africa

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn