Dall’Africa a Siracusa

L’emergenza sbarchi mette in ginocchio l’Italia.
Siria, Somalia, Eritrea, Afghanistan, Bangladesh, Senegal, Mali, Gambia e Guinea Bissau sono i principali Paesi di provenienza degli oltre 3.700 minori stranieri non accompagnati (MSNA) che in un anno e mezzo raggiungono, in condizioni al limite della sopravvivenza, la provincia di Siracusa. Cesvi sostiene l’associazione AccoglieRete di Siracusa, formata da 150 volontari tutori, che si dedicano a bambini e giovani stranieri “a rischio”, in fuga da contesti di guerra, violenza e povertà. Il progetto favorisce l’apertura delle tutele legali per i MSNA in tempi brevi, dando ai tutori la possibilità di acquisire una preparazione in materia giuridica e offrendo supporto psicologico. Sostiene la mediazione sociale e interculturale. Collabora con le  Pubbliche Amministrazioni all’individuazione di strutture idonee all’accoglienza. Partecipa all’individuazione di famiglie affidatarie, supportandole dal punto di vista tecnico e socio-pedagogico. Il reportage di Giovanni Diffidenti documenta la realtà degli sbarchi al porto di Augusta e la condizione dei minori nei centri di accoglienza. In queste immagini ci sono anche i risultati dell’impegno di AccoglieRete e di Cesvi, dalla tutela legale all’accoglienza dei ragazzi in famiglia.

“Gente” e “La Repubblica” raccontano le storie dei minori stranieri non accompagnati aiutati da AccoglieRete e Cesvi, anche attraverso la testimonianza dell’attore Alessio Boni. Il video di Marco Piccarreda e Gaia Formenti racconta queste storie dando voce ai tutori legali dei ragazzi.

 

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn